Skip to content

Come funziona la dieta fruttariana?

La dieta fruttariana è una dieta vegana ristretta che contempla il solo consumo di frutta. In particolare, alla base della piramide alimentare fruttariana troviamo i frutti freschi dolci e semi-dolci succosi, al centro della piramide troviamo i frutti dell’orto come la zucca, le zucchine e i pomodori e all’apice della piramide la frutta grassa come le olive e l’avocado.

Nonostante alcune fonti online sostengano l’ipotesi di un’origine fruttariana dell’uomo, le recenti ricerche del professor Curtis Marean dell’Arizona State University (USA) pubblicate su riviste scientifiche internazionali, in accordo con gli studi dei moderni genetisti, avanzano una teoria diversa. Secondo questi studi, la razza umana discende da un piccolo gruppo di uomini primitivi che furono in grado di sopravvivere all’ultima Era Glaciale insediandosi nella Costa dell’odierno Sudafrica, nello specifico attorno a Pinnacle Point vicino a Mossel Bay. Quella zona era particolarmente ricca di cibo e aveva un clima mite.

Se gli studi del professor Marean sono corretti, chiariscono il dilemma della dieta seguita dai nostri antenati: essi si alimentavano con una dieta ricca di grassi grazie all’abbondanza di pesce oceanico e di animali selvatici con aggiunta di una piccola quota di carboidrati ottenuti dai bulbi fibrosiraccolti dal terreno. Non solo la dieta era particolarmente varia ma la flora intestinale generata da tali alimenti ottimizzava la salute di chi ne fruiva. La flora batterica protettiva dei popoli occidentali (ma non solo) è oggi continuamente alterata a causa dell’uso massivo di antibiotici, di anticrittogamici, di conservanti che troviamo in ciò che mangiamo e beviamo.

Per quanto riguarda l’effetto dimagrante dell’alimentazione fruttariana, non si può purtroppo generalizzare poiché, sebbene possa verificarsi una perdita di peso specialmente nei soggetti che abusano di alimenti processati ad alto indice glicemico (ad esempio snack, caramelle, biscotti…), potrebbe presentarsi un effetto contrario in quei soggetti che normalmente non assumono molti zuccheri.

La frutta, specialmente quella dolce e succosa, è ricca di zuccheri che potrebbero far esprimere una latente predisposizione alla resistenza insulinica e al diabete.

Inoltre, ricordiamoci che la perdita di peso è positiva solo se viene perso grasso, non massa muscolare! Questo dato si può controllare con semplicità attraverso l’analisi bioimpedenziometrica (comunemente chiamata BIA) che proponiamo nelle nostre farmacie.

Infine, non dimentichiamoci il rischio derivato da carenze nutrizionali: la frutta, come sappiamo, manca di amminoacidi essenziali, senza i quali non possiamo vivere. Una dieta di questo tipo, specialmente se seguita per lungo tempo in momenti critici della nostra vita (come l’adolescenza, la gravidanza, l’allattamento o l’età avanzata), potrebbe causare serie problematiche.

Dobbiamo distinguere l’effetto negativo sulla nostra salute provocato dal consumo eccessivo di carne processata proveniente da animali allevati con metodo intensivo, dal modico consumo di pesce fresco azzurro non allevato e di carne grass-fed, che ha invece effetto positivo.

Per concludere questo breve approfondimento, l’allungamento dei telomeri (ne discuteremo in una newsletter specifica) non è da ricercare attraverso una dieta a basso contenuto proteico che può provocare a lungo andare perdita di massa muscolare necessaria al corretto funzionamento del nostro organismo, ma può essere ottenuto attraverso il consumo di alimenti specifici (così detti smart-food) o attraverso protocolli alimentari specifici come la dieta chetogenica o brevi protocolli di semi-digiuno.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su email

Scarica la guida!

Live Forever. Come evitare i quattro killer e prendersi cura, oggi, della propria longevità.



    Acquisite le informazioni fornite da Farmacia Kerix ai sensi dell’articolo 13 del GDPR, l’Utente – dichiarando di essere maggiorenne o di avere almeno 16 anni

    Presta il proprio consenso per l’inserimento dei dati personali nell’archivio elettronico ai fini dalla newsletter (o altro servizio o richiesta) ed il conseguente trattamento dei propri dati personali per le finalità connesse

    Presta il proprio consenso per l’inserimento dei propri dati personali nell’archivio elettronico ai fini di marketing, comunicazioni commerciali e pubblicitarie dei propri prodotti o servizi.